GISTWAP.COM.NG
  Alcuni americani lasciano la Cina, molti rimangono dopo l'avvertimento americano | GISTWAP    
Snow
Gistwap Forum
Foreign

Alcuni americani lasciano la Cina, molti rimangono dopo l’avvertimento americano


Alcuni americani lasciano la Cina, molti rimangono dopo l’avvertimento americano


321 Views

PECHINO – Alcuni americani intendono lasciare la Cina dopo che il governo degli Stati Uniti ha spinto a diffondere un episodio di infezione, ma ne rimangono numerosi altri.

 

Il Dipartimento di Stato ha lanciato un avvertimento sul turismo venerdì dicendo che gli americani in Cina “dovrebbero considerare di andarsene”. Ciò è seguito alla partenza non molto tempo fa di circa 200 americani da Wuhan, la città protetta nel punto focale della riacutizzazione. Un volo successivo è organizzato tra una settimana.

 

Nonostante i visitatori, un numero enorme di americani vive e lavora in Cina nel mondo degli affari e dell’educazione. Alcuni sono stati nella nazione per un lungo periodo di tempo.

 

JAMES DICKEY

 

Dickey, un educatore della scuola materna, ha dichiarato di essere “veramente terrorizzato” e di tentare di orchestrare la sua bambina di 8 anni ed ex per lasciare Wuhan negli Stati Uniti.

 

Vive a Changsha, a circa 400 chilometri (250 miglia) a sud di Wuhan.

 

“In 10 anni che vivono qui in Cina, non ho visto nulla di simile, a distanza,” ha detto. “Il modo in cui le nostre amministrazioni stanno prendendo stime così intense e disperate proprio ora mi rivela davvero che la circostanza è molto probabilmente più terribile di ciò che siamo stati persuasi o di ciò che i numeri mostrerebbero.”

 

Parlò da un treno quando tornò da Pechino, dove era venuto per ottenere un visto di crisi per la sua bambina, così lei e la sua ex potevano saltare su un imminente allontanamento sanzionato dal governo degli Stati Uniti da Wuhan.

 

Voleva rimanere in Cina con il suo tesoro cinese. “Nel caso in cui me ne vada, sarà in solitudine in una città che non è il suo vecchio quartiere, quindi nel caso in cui la lasciai corretta ora che sarebbe un’attività estremamente terribile”, ha detto. “Non sono riuscito a farle questo.”

 

MANDY IACAMPO

 

Iacampo. che vive in Cina da molto tempo, ha dichiarato di non avere progetti da lasciare ed è progressivamente stressata dal virus del raffreddore di questa stagione.

 

“In realtà sono più preoccupato di andare che di essere qui”, ha detto l’istruttore di scuola materna di 25 anni. “Osservando i numeri, in particolare in contrasto con cose come l’influenza stagionale che mi mette a serio rischio, non sono particolarmente preoccupato”.

 

La locale dell’Arkansas ha affermato che la sua scuola a Pechino ha rinviato il risveglio dopo l’occasione del capodanno lunare di sette giorni al 10 febbraio e che i compagni sono meno pronti ad uscire.

 

“Sto distruggendo le coperte e circa”, ha detto. “Tuttavia, di norma la mia vita quotidiana non ha avuto bisogno di cambiare.”

 

MIKE WESTER

 

Wester, un agente che vive in Cina da molto tempo, rimane a Pechino e si “autoisolante”, il che è più sicuro del confronto con i terminal aerei brulicanti di estranei.

 

“Posso controllare la mia condotta”, ha detto. “Non posso garantire a tutti coloro che rimangono in ciascuna di quelle righe che non sono volubili.”

 

Wester è CEO di True Run Media, un’organizzazione promotrice che produce riviste, siti e occasioni a Pechino e Shanghai.

 

Lui e la sua metà migliore rimangono a casa con la loro bambina di 12 anni. La sua scuola è chiusa ma si tiene occupata a comporre passaggi di blog per la sua organizzazione, ricordando un arrangiamento per cene che può essere fatto con tre fissaggi fondamentali.

 

Wester, che visse in Cina durante la riacutizzazione della SARS del 2002-03, ha organizzato un incontro per gli americani sul famoso WeChat cinese, informando l’amministrazione per tentare di dissipare dati fasulli e silenziosi sentimenti di terrore.

 

“Ho scoperto questo e ho cercato di calmare le persone”, ha detto. “Sembra un lavoro tutto il giorno.”

 

LISSA LAYMAN

 

Layman ha detto che lei e la sua metà migliore non hanno disegni da lasciare.

 

La coppia sta dando a sua sorella, che viene in visita dagli Stati Uniti, nei dintorni di Pechino. Andarono in bicicletta in città e andarono in piazza Tiananmen e mischiarono bar.

 

“Non ci stiamo isolando, ma stiamo evitando potenziali rischi come lavarci le mani e indossare le coperte”, ha detto Layman, che è stato istruttore a Pechino da metà 2018.

 

JACK RAYMOND

 

Raymond, da Portland, nell’Oregon, sta vacillando.

 

“Sto cercando di non diffondermi o entrare in una condizione di frenesia”, ha detto Raymond, 28 anni. “Comunque sia, non ho la più pallida idea se la serietà sia con l’obiettivo finale che dovrei vattene o aspetta e scava nel mio loft “.

 

Raymond, che vive a Pechino da molto tempo e mostra drammatizzazione in una scuola, è restio a rinunciare a compagni e associazioni di lavoro. Ha detto che è rimasto dentro per sette giorni, uscendo solo per acquistare nutrimento.

 

“Ho una famiglia negli Stati Uniti e tutti mi stanno chiedendo di lasciare la Cina al momento”, ha detto Raymond. “Ieri ho quasi acquistato una carta d’imbarco. Quindi sto davvero vacillando sul bordo.”

 

KELLY FLANAGAN

 

Flanagan, una guida scolastica in Cina dal 2011, è negli Stati Uniti e non ha progetti per tornare presto.

 

Praticamente tutti i viaggiatori indossavano le coperte quando è volata via da Shanghai il 25 gennaio e, quando un viaggiatore ha annusato, “tutti hanno dato

 

i suoi sguardi di morte “, ha detto.

 

Flanagan, 36 anni, sta lavorando a distanza con i suoi apprendisti per prepararsi ai test di capacità in inglese, tuttavia sono stati abbandonati a causa dell’episodio.

 

“Molto probabilmente sarà un po ‘di tempo”, ha detto.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

No votes so far! Be the first to rate this post.

WhatsApp chat
error: Content is protected !!